Il Team delle psicologhe

Il Team di Psicologhe, Psicoterapeute e Psichiatra dell’Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa è a disposizione dal lunedì al venerdì, presso la sede dell’Associazione, per fornire un servizio di consulenza gratuita a tutte le donne che subiscono violenza di genere. La consulenza individuale apre quello spazio di ascolto necessario per aumentare la consapevolezza della violenza subita, riconoscendone le varie forme d’espressione.
Inoltre permette l’identificazione delle diverse strategie di supporto possibili, in sede e/o fuori sede, atte ad aiutare la vittima nel difficile compito di uscire dalla spirale della violenza. Inoltre il Team è costantemente impegnato nella prevenzione della violenza di genere e dei comportamenti aggressivi nelle scuole attraverso l’esecuzione di progetti formativi/informativi tesi a promuovere nei giovani una coscienza di genere basata sul rispetto delle differenze. In accordo con l’ottica di multidisciplinarietà sostenuta dall’Associazione e necessaria nell’affrontare un tema così complesso come la violenza di genere, le psicologhe insieme alle avvocate accompagnano le donne, laddove possibile, durante tutto l’iter giudiziale.

Un particolare servizio è offerto alle donne vittime di stalking, attraverso un percorso dedicato a questo particolare tipo di violenza. Gli atti persecutori costringono la vittima a cambiare le proprie abitudini di vita e spesso ad isolarsi per paura che il violento possa far loro del male ed ai propri cari. Per dare una risposta più funzionale ed immediata a queste donne che subiscono comportamenti molesti reiterati quali: appostamenti, minacce, pedinamenti, telefonate continue, sms indesiderati, lettere e messaggi non richiesti, insulti verbali, danni ai propri beni, le psicologhe offrono consulenze di sostegno anche per superare la vittimizzazione e la traumatizzazione e per la valutazione del livello di pericolosità degli atti violenti. E’ prevista una prima consulenza a cui può seguire un percorso psicoterapeutico che consta di due fasi.
In una prima fase verrà utilizzato un intervento psico-educazionale: si informerà la vittima sulle dinamiche comportamentali e le possibili reazioni dello stalker e sulle prevedibili e comuni reazioni psicologiche che si instaurano nella vittima. In una seconda fase, quando le misure di sicurezza rendono più tranquilla la vittima, verranno utilizzati interventi di Installazione delle Risorse Positive per aumentare la fiducia in se stessa e, successivamente,
dove necessario, interventi di elaborazione del trauma. È previsto, in alcuni casi, anche l’inserimento in un gruppo di auto-aiuto per aumentare il sostegno alla vittima. La nostra Associazione sottolinea l’importanza di questo sostegno psicologico da offrire alle vittime, soprattutto se ricevuto prima di intraprendere un percorso legale.

Fra le strategie ci sono i Gruppi di Auto-Aiuto che si svolgono presso l’Associazione una volta alla settimana con un numero massimo di dieci partecipanti. Attraverso il lavoro di gruppo, supervisionato e condotto da una psicologa del team, si rende possibile una diversificata circolazione di esperienze, modi di pensare che si traducono nella opportunità di ampliare i confini della propria conoscenza personale e delle proprie prospettive.
Per mezzo del feedback delle altre donne vengono acquisite informazioni significative riguardanti il modo di essere e di comportarsi di ognuna; attraverso le varie esperienze di vita vengono ricavati modi di diversi di affrontare simili situazioni problematiche. Nei gruppi il fatto di confrontarsi, di ascoltare storie simili non solo nei fatti ma soprattutto nelle emozioni vissute aiuta a smentire quel senso di unicità che le ha immobilizzate fino a quel momento. Per la sua struttura il gruppo fa si che la donna capisca che parlare aiuta e che condividendo le stesse emozioni, anche solo ascoltando, si sentirà meno sola.
Nasce così un mutuo sostegno tra le donne del gruppo attraverso incoraggiamenti, consigli, intuizioni tale da riattivare nella singola quelle risorse individuali necessarie per aiutarla superare l’esperienza dolorosa vissuta.

Le psicologhe

 

Simona-Bernardini

Dott.ssa Simona Bernardini
Coordinatrice del Team delle Psicologhe del “Telefono Rosa”

Psicologa iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio, n° 13671.
Psicoterapeuta Psicoanalitica.
Specialista in intervento psicologico e Analisi della Domanda.

 

 
 
 

Chiara-Pierrettori

Dott.ssa Pierrettori Chiara

Psicologa – iscritta all’Albo degli Psicologi del Lazio, n° 17035.
Psicoterapeuta Approccio Strategico Integrato.

 

Eliana-D-Ascoli

Dott.ssa D’Ascoli Eliana

Psicologa – iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio, n° 15446.
Psicoterapeuta individuale, di coppia e di gruppo- Approccio Centrato sulla Persona.
Coordinatrice della Casa Internazionale dei Diritti Umani delle Donne gestita da “Telefono Rosa”.
Partecipa nei progetti di prevenzione rivolti alle Scuole di Secondo Grado.

 

Arianna-Colli

Dott.ssa Colli Arianna

Psicologa – iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia, n° 5886.
Psicoterapeuta di scuola Umanistico – Esistenziale con integrazione Bioenergetica.
Specializzata in Professional Counselling.
Partecipa nei progetti di prevenzione rivolti alle Scuole di Secondo Grado.

 
 
 
 

ester di tella

Dott.ssa Di Tella Ester

Psicologa – Iscrizione ordine degli psicologi del lazio n 19685 dal 23/04/2008
Psicoterapeuta Approccio strategico integrato

 

Francesca Galletti

Dott.ssa Galletti Francesca

Psicologa – Iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio, n° 19536
Approccio Sistemico Relazionale Simbolico Esperienziale