fbpx
Centro di orientamento per i diritti delle donne | CF. 96169350582

Centri antiviolenza

I centri antiviolenza

centri antiviolenza

I Centri Antiviolenza gestiti dal Telefono Rosa:centri antiviolenza

– CAV Viale Mazzini 0637518262/61/82

– CAV Aristide Leonori 0659600098

– CAV “La Ginestra” 069591187

– CAV Via Titano 0669604434

 

Il personale dei Centri Antiviolenza è in grado di predisporre misure per garantire la salvaguardia, la tranquillità e la riservatezza delle persone, anche attraverso la collaborazione ed il coordinamento con le forze dell’ordine. L’intervento del Centro ha inizio con la segnalazione della donna vittima di violenza sia in modo diretto che attraverso i servizi territoriali (Pronto Soccorso, Consultori, Servizi Sociali, ecc.). Le operatrici, con il consenso dell’interessata, concordano un piano d’aiuto. Inoltre, le operatrici possono individuare le risorse e le reti di sostegno della donna (famiglia, amici, servizi della comunità, ecc.). E’ sempre rispettata l’autodeterminazione della donna accolta.

 

I CAV garantiscono i seguenti servizi:

 

  • Numero di telefono dedicato attivo h24;
  • Ascolto;
  • Accoglienza;
  • Assistenza Psicologica;
  • Gruppi di auto-mutuo-aiuto;
  • Assistenza Legale;
  • Supporto ai/lle figli/e minori testimoni di violenza;
  • Orientamento al lavoro;
  • Mediazione Culturale;
  • Segretariato Sociale;
  • Sostegno alla genitorialità;
  • Laboratori per i minori.

 

Obiettivi:

  • costruzione di un progetto di intervento personalizzato di riabilitazione socio-lavorativa
  • orientamento ai servizi e alle risorse attivabili per il caso specifico
  • segretariato sociale
  • colloqui preliminari, al fine di comprendere la situazione e strutturare un intervento ad hoc
  • colloqui strutturati con la finalità di fornire alla donna una nuova chiave di lettura relativamente alla situazione vissuta, aiutando a comprendere e riconoscere gli esiti e i danni su se stessa di quanto vissuto, fornendo anche indicazioni e informazione di carattere legale
  • sostenere la donna nella ri-acquisizione dell’autonomia e della propria libertà, al fine di promuovere lo sviluppo dell’empowerment
  • elaborazione di un percorso individuale di fuoriuscita dalla violenza
  • Organizzazione di gruppi di auto-mutuo-aiuto.

 

I Centri sono collegati con la rete di emergenza del territorio, in cui sono già attivi Protocolli d’Intesa tra alcune realtà sociali e il Telefono Rosa. I CAV usufruiranno inoltre di una rete consolidata tra i servizi oltre che del collegamento con le Case Rifugio, sia quelle gestite dal Telefono Rosa che le altre presenti sul territorio con cui l’Associazione lavora già in rete per assicurare l’ingresso delle donne in pericolo.

telefonorosa.it/contatti

error: Content is protected !!