Centro di orientamento per i diritti delle donne | CF. 96169350582
La riforma costituzionale in discussione al Senato è uno strumento reale per migliorare la nostra democrazia.
Con l’emendamento appena votato, di cui sono la prima firmataria e che sancisce il principio di parità e non discriminazione tra donne e uomini nelle leggi elettorali,
rendiamo onore alla nostra stessa Costituzione, in attuazione di quanto previsto dagli articoli 3, comma 2, e 51,
e al diritto internazionale, in conformità soprattutto con la Convenzione di Istanbul, in vigore dal prossimo 1 agosto.
La votazione, che ha visto un ampissimo margine di consensi,
è il compimento di un percorso reso possibile grazie ai colleghi e colleghe di diversi partiti che hanno firmato l’emendamento,
diventato più forte grazie all’accoglimento dello stesso da parte di relatori e governo.
Questo emendamento, rappresenta un altro decisivo tassello, il più importante,
nel percorso in tutti i campi della cittadinanza per la parità e l’equilibrio tra uomini e donne,
per un governo condiviso di tutte le nostre responsabilità pubbliche.
error: Content is protected !!