Centro di orientamento per i diritti delle donne | CF. 96169350582

“Di recente, appena prima che le nuove modifiche al codice di procedura penale introducessero norme che pongono a rischio l’’effettiva capacità punitiva di ipotesi di reato, tra cui quello di atti persecutori, l’’Avv. Maria Di Sciullo, del Telefono Rosa, ha ottenuto la duplice condanna di un marito che, con una prima sentenza, è stato ritenuto colpevole del reato di maltrattamenti in famiglia e condannato ad una pena di anni uno e mesi sei di reclusione, e con una seconda sentenza, per comportamenti tenuti successivamente alla separazione personale, è stato condannato per stalking alla pena di mesi nove di reclusione. Alla moglie, costituitasi parte civile, è stato riconosciuto – in entrambi i procedimenti – un congruo risarcimento del danno.”

error: Content is protected !!