Numero di Pubblica Utilità 1522

Il 1522 è il numero di pubblica utilità, promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità, che offre un servizio di accoglienza telefonica multilingue e attivo 24h/24 per 365 giorni l’anno rivolto alle vittime di ogni forma di violenza. E’ un servizio che ha come scopo quello di estendere e rafforzare questa capacità di accoglienza e sostegno nei confronti delle vittime di violenza di genere e stalking. Ulteriore attenzione viene data a persone appartenenti a categorie maggiormente a rischio di discriminazione che abbiano subito violenza: disabili, omosessuali, transessuali e cittadini/e stranieri/e. Il 1522 ha, inoltre, l’importante funzione di facilitare l’invio della vittima ai servizi territoriali a livello nazionale.

Gli obiettivi

Gli obiettivi del servizio di pubblica utilità 1522 sono:

  • Favorire una consapevolezza della situazione vissuta da parte delle vittime, attraverso anche un inquadramento giuridico del problema.
  • Informare le utenti sulla possibilità di usufruire dei servizi territoriali specializzati.
  • Indirizzare la domanda di aiuto ai servizi specializzati presenti sul territorio, inserendoli nella mappatura del 1522.
  • Trasferire direttamente le chiamate, secondo le procedure previste, ai territori che fanno parte degli Ambiti Territoriali di Rete.
  • Attivare per le situazioni di emergenza la procedura di contatto e collaborazione con le Forze dell’Ordine.
  • Assicurare un’in-formazione attiva.

Le attività

Il cuore pulsante e operativo del 1522 è composto da alcune attività qui elencate:

  • Gestione della linea telefonica 1522 per l’ascolto e l’intervento d’urgenza 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.
  • Accoglienza telefonica basata sull’ascolto attivo, empatico e non giudicante.
  • Informazioni e primo inquadramento giuridico-legale: verranno date informazioni sugli strumenti di tutela offerti dalla normativa (continuamente aggiornata) in materia di violenza di genere e stalking.
  • Supporto specialistico in grado di orientare e accompagnare la richiesta di aiuto ai servizi specializzati sul territorio. Gli utenti saranno puntualmente informati sulle possibilità di accesso a servizi di tutela giuridica, sanitaria specializzata, sostegno psicologico, residenzialità, inclusione sociale e lavorativa.
  • Attivazione nelle situazioni di emergenza di una procedura di raccordo con le Forze dell’Ordine attraverso chiamata diretta dal call center, tramite la quale è possibile garantire l’assistenza del pronto soccorso e la messa in sicurezza delle vittime di violenza e di stalking. Questo processo è attivabile dalle vittime o anche da testimoni che per qualche motivo contattano il call center e sono impossibilitati a chiamare direttamente le Forze dell’Ordine.
  • Raccolta ed archiviazione, in forma anonima codificata, dei dati relativi alle telefonate pervenute.
  • Trasmissione periodica di report al Dipartimento, in modo tale da permettere un monitoraggio costante del livello, delle modalità della fruizione e della qualità del servizio.
  • Aggiornamento della banca dati dei servizi pubblici e privati inseriti nella mappatura del 1522 e degli Ambiti Territoriali di Rete.

Il call center

La risposta al telefono viene effettuata da operatrici formate e specializzate. Esse sono in grado di attivare diverse azioni di aiuto, in base alla tipologia della situazione, del carattere di urgenza, del rischio di incolumità per la vittima e dell’area geografica di riferimento (territori non afferenti o afferenti alla Rete Nazionale Antiviolenza).

I punti di valore del call center sono garantiti dalla capacità di gestione delle chiamate:

  • chiamate in entrata a prescindere dall’ubicazione territoriale: orientamento all’accesso ai centri antiviolenza, e ai servizi socio-sanitari, Forze dell’Ordine e del privato sociale presenti nel territorio di riferimento, deputati all’aiuto, alla protezione ed al sostegno per l’uscita dalla violenza;
  • chiamata in entrata dagli “Ambiti Territoriali di Rete” ATR: si garantirà il trasferimento di chiamata diretto alla struttura individuata nel territorio;
  • urgenza a causa di uno stato di pericolo immediato o di alto rischio per l’incolumità della persona: si garantisce l’immediata attivazione di un intervento di protezione della vittima con trasferimento diretto alle Forze dell’Ordine.

Lo strumento tecnico di cui si avvalgono le operatrici di accoglienza telefonica, è la banca dati del 1522 costituita dalla Mappatura sia dei servizi locali pubblici e privati che agiscono di contrasto alla violenza di genere, sia dei servizi afferenti agli Ambiti Territoriali di Rete.

Il sistema di archivazione

Il sistema di archiviazione è un altro elemento qualificante del 1522. Consente, infatti, di elaborare diverse statistiche e permette di organizzare il data-base in modo da fornire uno specifico approfondimento sui profili delle vittime di Stalking, Cyberstalking e Violenza Assistita. L’organizzazione del lavoro prevede la produzione di report mensili. I ricercatori del 1522 con una puntuale lettura dei dati sono in grado di offrire un’interpretazione approfondita su quanto archiviato dagli operatori. Con cadenza periodica, inoltre, le variabili oggetto di monitoraggio vengono valutate, al fine di migliorare continuamente le modalità di raccolta.

Valore aggiunto è la creazione di Percorsi Specifici attraverso i quali guidare il colloquio con la vittima.

Organizzazione e gestione dei dati del 1522

Per l’archiviazione dei dati viene utilizzata una scheda di monitoraggio nella quale vengono raccolte e archiviate le principali variabili. Le operatrici, attraverso il colloquio con la persona che si rivolge al 1522, si occupano di riempire di volta in volta la scheda con le informazioni sottoponendo le domande necessarie per compilare tutti i campi previsti.